Dal Nepal

I nepalesi pregano. I contatti diretti con i nostri amici e collaboratori ci portano notizie belle e brutte. Prima le belle. Questa sera, in questo momento, nel villaggio di Lamatar si prega la luna. La luna, l’espressione di quella natura che li ha privati di ogni cosa. Ma la puja alla luna vuole essere un augurio di rinascita. Questa preghiera era nel loro calendario e le cattive condizioni in cui versano non fanno dimenticare loro di ringraziare e onorare.

Le brutte notizie: i ripari sono ancora di fortuna. Si cerca disperatamente di recuperare materiale utile dalle macerie. A che prezzo? Rischiando la loro vita. Dobbiamo intervenire ancora! Questo è quello che rimane della stanza dove dormivo, del posto in cui stavo quando visitavo quei luoghi cercando di portare conforto e amicizia.Cercando di capire, entravo in quelle case con rispetto e umiltà sapendo che potevamo insegnarci reciprocamente tante cose. Il lungo rapporto con il Nepal, con l’emancipazione di questa terra meravigliosa, non si può sgretolare come questi sassi misti a fango. Sonia Orazi stanzaSonia
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...