Archivi tag: Grace Spinazzi

LA CANZONE DELL’ALTRA/O STORIE E R-ESISTENZE DELLE DIFFERENZE INVISIBILI Serata a sostegno di Emily

locandina evento grace def

LA CANZONE DELL’ALTRA/O
STORIE E R-ESISTENZE DELLE DIFFERENZE INVISIBILI
Serata a sostegno di Emily

Sabato 27 Febbraio
Circolo ARCI Franca Trentin Baratto
Santa Sofia, Cannaregio 4008, Venezia

Dalle 17:30

Storie di r-esistenze differenti e invisibili: la luce di chi vive la malattia rara,
il carcere e l’essere donna in Asia.
Ne parliamo insieme a:

Luigi Vero Tarca – Filosofo e docente presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia
Grace Spinazzi – Mamma e insegnante
Elisabetta Favaretto – Presidentessa dell’associazione filosofica LAI e insegnante nei Licei
Sonia Orazi – Insegnante e blogger esperta di cultura asiatica

Buffet vegetariano e vegano preparato dai volontari della LAI

Musica dal vivo di Paola Tamburin, Paolo Sottana e Frankie & Master Mauri

Tutto il ricavato sarà devoluto per aiutare Emily Rose Marie, una bambina di tre anni affetta dalla sindrome di Sanfilippo, una grave malattia degenerativa. La mancanza di un enzima causa l’accumulo di tossine nel cervello e porta gradualmente ad un grave ritardo mentale ed alla perdita delle funzioni vitali principali. L’aspettativa di vita è molto bassa. Non vi sono né cure né terapie accertate: la prima sperimentazione è iniziata l’anno scorso.
I fondi raccolti durante la serata aiuteranno Emily in questo percorso “speciale” faticoso ma anche pieno di speranza.
Pagine Facebook: A smile from a Rose + Libera Associazione di Idee
Sito LAI: https://associazionelai.wordpress.com

Locandina evento

Primum Philosophari. Verità di tutti i tempi per la vita di tutti i giorni

L. Candiotto, L. V. Tarca (a cura di), Primum Philosophari. Verità di tutti i tempi per la vita di tutti i giorni, Mimesis, Milano-Udine 2013, 383 pagine.
 
Descrizione
Il volume presenta una selezione di brani antologici che possono essere d’ispirazione per le pratiche filosofiche contemporanee. Esso non è una semplice antologia; i brani, infatti, sono correlati a un ampio commento e a una proposta di pratiche filosofiche da esso ispirate. Ogni capitolo è strutturato in questo modo: introduzione all’autore e al testo, brano antologico, commento, invito alle pratiche filosofiche, bibliografia per approfondire.
L’opera curata da Laura Candiotto e Luigi Vero Tarca nasce come lavoro collettivo ed è espressione della reale pratica filosofica portata avanti da più di dieci anni nel seminario di pratiche filosofiche di Venezia. Essa vorrebbe avere un carattere generativo, essendo cioè un invito a cogliere nella vita quotidiana la pratica filosofica.
 
Primum_philosoph_527902406f5c4IndicePresentazione (Luigi Vero Tarca)
Ringraziamenti
Introduzione: la pratica filosofica come relazione integrale (Laura Candiotto)
Invito alla lettura e alla condivisione del testo (Luigi Vero Tarca)
1. Socrate: il dialogo come farmaco (Laura Candiotto)
2. Platone: la ricerca della verità nel dialogo (Laura Candiotto)
3. Zhuang Zhi: la musica del Tao, musica della spontaneità (Massimiliano Cabella)
4. Epicuro: la misura nel corpo (Mauro Semenzato)
5. Marco Aurelio: il corpo nella Misura (Mauro Semenzato)
6. San Francesco: la pratica del perdono (Stefano Sangiorgio)
7. Giordano Bruno: questione di ‘punti’ di vista (Francesca Luise)
8. Montaigne: l’uomo deve essere ancora inventato (Stefano Guerini)
9. Pirandello: “Son tutte parole le formule dei filosofi” (Simona Alberti)
10. Klemperer: il «momento totalitario» del linguaggio (Mattia Pontarollo)
11. Heidegger: cura per l’Essere, Essere come Altro (Fabrizio Luciano)
12. Wittgenstein: le differenti terapie (Elisabetta Favaretto)
13. Giono: l’insegnamento radicale di un realista visionario (Andrée Bella)
14. Krishnamurti: osservazione dei condizionamenti (Giorgio Obene)
15. Suzuki: mente zen, mente di principiante (Christian Doni)
16. Bateson: contemplazione del mondo vivente e trasformazione di sé (Andrée Bella)
17. Lévinas: accenni di linguaggi e tracce di etica (Andrea Possamai)
18. Lama Gendun Rinpoche: la felicità, niente da forzare (Maurizio Pontiggia)
19. Panikkar: la “giusta visione del mondo” nello sguardo di un mistico.(Luigi Vero Tarca)
20. Foucault: (dire) la verità al potere (Mattia Pontarollo)
21. Foucault: la filosofia antica come cura di sé (Michelantonio Lo Russo, Moreno Montanari)
22. Ceronetti: svuota-menti. Retto pensare, retto agire (Chiara Fornasiero)
23. Severino: la verità di ogni cosa (Laura Candiotto, Stefano Sangiorgio)
24. Irigaray: amore vero. Amare a te e amarmi per quello che siamo (Grace Spinazzi)
Postfazione: le nostre pratiche filosofiche (Dott.ssa Ornella Mancin, Dott. Massimo Scassola, Ordine dei Medici della Provincia di Venezia)
Brevi autobiografie degli autori
 
Presentazione del 23 gennaio 2014 con registrazione audio
 
 
 
 

Le recensioni della stampa:

Dorella Cianci – Il Sole 24 Ore, 22 dicembre 2013
Guardare negli occhi l’anatra-lepre
Leggi la recensione

recensioneSolo24Ore

 

 

Filosofia e Tai Chi in carcere corso 2009/2010: Comunicazione a partire dal due

locandina

PROGETTO LOTUS (Libero Ovunque TU Sia)

presso: Casa Circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia

Insegnanti: Elisabetta Battistel (Tai Chi Italia), Elisabetta Favaretto, Grace Spinazzi

Corso 2009/2010: Comunicazione a partire dal due

Programma del corso

Filosofia e Tai Chi in carcere corso 2008/2009: Il TEMPO

volantinocarcere2008

PROGETTO LOTUS (Libero Ovunque TU Sia)

presso: Casa Circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia

Insegnanti: Elisabetta Battistel (Tai Chi Italia), Elisabetta Favaretto, Grace Spinazzi

Corso 2008/2009: Il tempo

Salone Editoria della Pace: presentazione progetto LOTUS

liberovunquetusia

Libero Ovunque TU Sia. Percorsi di Yoga e Filosofia con i detenuti del carcere di S. M. Maggiore di Venezia

Venerdì 12 ottobre ore 18:30

Teatro dei Frari, Venezia

Un occasione per parlare della realtà carceraria con i  membri della Libera Associazione di Idee, attivi nelle carceri di Venezia dal 2006 con un corso di yoga e filosofia per i detenuti.

Ritorno in Tibet. Esperienza e pratica di Lobsang, monaco tibetano

Lunedì 15 ottobre ore 17:30

Scoletta dei Calegheri, San Tomà, Venezia

Lobsang risiede in India a Dharamshala nella regione dell’Himachal Pradesh da quando, poco dopo la sua nascita, è uscito dal Tibet assieme ai genitori.
Ha seguito Gheshe Yeshe Tobten, maestro che ha vissuto in solitudine nelle montagne indiane dopo l’esilio dal Tibet e che, su richiesta del Dalai Lama, ha insegnato in Italia nel centro di Pomaia. Dopo la morte del maestro Lobsang ha proseguito le sue attività di cura della comunità dei discepoli del maestro che continuano la pratica meditativa nei monti sopra Dharamshala.

 

VII Salone Dell’Editoria della Pace

Dal 13 al 15 ottobre  membri volontari della Libera Associazione di Idee saranno presenti presso il vicino Archivio di Stato di Venezia dove verranno esposti  una serie di libri inerenti al tema della pace